Invito incontro “Bridges and Borders” 21 Ottobre 2016

“Bridges and Borders”

A quasi sessant’anni dalla firma del Trattato di Roma, il processo di integrazione europea, caratterizzato da una espansione continua, ha finito con il riguardare ben 28 Paesi. Nel contempo, si è assistito all’aggravamento di una crisi che si è manifestata sia nell’economia che nella società con il fenomeno delle migrazioni di massa. La debolezza di una risposta europea ha viceversa favorito la tendenza al ritorno verso lo stato nazionale con il ripristino dei confini in vari Paesi europei. Con “Bridges and Borders” si vuole invece porre l’accento sul comune denominatore del consenso verso l’idea di collaborazione e maggiore integrazione europea, vale a dire verso la costruzione di ponti e non di barriere.

L’incontro si terrà venerdì 21 ottobre 2016 con inizio alle ore 17 presso la Sala Convegni del Best Western Gorizia Palace, Corso Italia n. 63, Gorizia.

Dopo i saluti del Presidente dell’Accademia Europeista Claudio Cressati e delle autorità sono previsti gli interventi di:

  • Lino Sartori, filosofo e docente universitario;
  • Alessandro Maran, Senatore della Repubblica;
  • Drago Kraljevic, già Ambasciatore della Repubblica di Croazia;
  • Willibald Richter, già Segretario Generale dell’Europazentrum di Graz (Austria).
  • Concluderà l’incontro lo scrittore Veit Heinichen.

A moderare Pio Baissero, Direttore dell’Accademia Europeista del Friuli Venezia Giulia

Scarica il programma completo dell’evento e della manifestazione Eunet

Programma Venerdì 21 ottobre 2016

Programma EUNET 21-23 Ottobre 2016

 


“Il Grande Imbroglio: una recensione”

Recensione Il Grande Imbroglio | Accademia Europeista F.V.G.

Stefano Righi

Il grande imbroglio. Come le banche si prendono i nostri risparmi

pagg. 159, euro 12,50

Guerini e Associati

di Fabio Feliciano, consulente aziendale

Stefano Righi, giornalista del Corriere della Sera, nel suo “Il Grande Imbroglio” condensa in un manuale di circa 150 pagine un pezzo di storia della recente Italia bancaria. L’intento, perfettamente raggiunto, è non soltanto quello di ripercorrere le vicende ed i fatti accaduti in materia, riproponendoli tout court, ma anche quello di analizzarli da vicino nelle diverse sfaccettature.

Continue Reading


Invito ai prossimi eventi di Maggio

A Maggio l’Accademia Europeista organizza due eventi dedicati ai giovani e agli amanti dell’Europa. Lunedì 9 Maggio alle ore 11.45 presso l’Auditorium del Liceo Classico Dante Alighieri avrà luogo la “Giornata D’Europa 2016”, mentre Giovedì 12 Maggio verrà presentata l’opera “Visioni d’Europa” presso la Sala Tessitori del Consiglio Regionale FVG a Trieste.

Per scoprire tutti i dettagli di questi due importanti eventi vi invitiamo a visitare la sezione “Eventi” del nostro sito Web.


Invito all’evento “WE Europeans”

Tutti i soci ed i simpatizzanti sono invitati a partecipare alla serie di conferenze “We Europeans”, in programma il 2 e il 3 ottobre, a Gorizia. Evento organizzato dall’Accademia Europeista del Friuli Venezia Giulia, l’Europahaus Klagenfurt e l’Europa Union Deutschland Berchtesgadener Land.

Potete visualizzare l’evento alla seguente pagina del nostro sito web: http://www.accademia-europeista.eu/event/we-europeans/

Un’ottima occasione per confrontarsi su temi di attualità tra cittadini europei, nella fattispecie italiani, austriaci e tedeschi, con l’intervento di esperti nelle più disparate materie. Immigrazione, moneta unica, politica estera, cittadinanza europea, cultura, opportunità lavorative… Dialogare insieme per ampliare il proprio punto di vista. La lingua di lavoro sarà l’inglese.

Il programma prevede due momenti: il 2 ottobre alle 18.30 i saluti delle autorità e dei responsabili dell’Accademia Europeista, a seguire la relazione “Threefold discrepancy challenge Europeans identity” di Johannes Maier, direttore della coordinazione europea del governo della Carinzia. Ci sarà poi la cena tra i partecipanti.
Il 3 ottobre alle 9.30 aprirà Pio Baissero, direttore dell’Accademia Europeista del Friuli Venezia Giulia, con il workshop “introducing ourselves”, durante il quale i partecipanti si presenteranno agli altri. Seguirà la relazione di Stefan Wienecke, presidente dell’Europa Union Deutschland Berchtesgadener Land di Bad Reichenhall, “European citizenship: an opportunity for our common future”, con relativa discussione. Dopo il pranzo con Pasquale Antonio Baldocci, ambasciatore e direttore dell’ISPRI (Istituto per gli Studi di Previsione e le Ricerche Internazionali), ci parlerà di cultura ed educazione con la conferenza dibattito “The citizenship, Europe as an educational moment of an European identity”. Concluderà la giornata un tour a Gorizia e dintorni, con cena finale.

Il seminario si terrà presso la Sala Open Space di via Diaz 6 (galleria).




Presentazione del libro “E dei figli che ne facciamo? L’integrazione delle seconde generazioni di immigrati?”

Si è tenuta venerdì 12 luglio a Gorizia, precisamente nell’aula magna dell’Università di Udine (Polo Universitario di via Santa Chiara), la presentazione del libro del sociologo Marco OriolesE dei figli che ne facciamo? L’integrazione delle seconde generazioni di immigrati?”. Tale incontro, realizzato dalla stessa Università di Udine in collaborazione con l’Accademia Europeista del Friuli Venezia Giulia e con Anolf Gorizia, è stato seguito da un numeroso e attento pubblico. Oltre a Orioles vi hanno preso parte il senatore Alessandro Maran e la sociologa Antonella Pocecco in un momento in cui nell’Europa aumenta la tensione sia per l’integrazione degli immigrati che per la radicalizzazione islamica. Secondo i relatori, nel Friuli Venezia Giulia la sfida della convivenza appare meno drammatica che altrove: ciò non significa che il problema vada sottovalutato.



EURO – Opera in un prologo, tre atti e un epilogo per cittadini europei e non, di Pio Baissero

È stato Guido Carli uno dei più convinti sostenitori dell’adesione dell’Italia al Trattato di Maastricht, Trattato da ratificare, senza riserve, perchè, secondo le parole di Carli, già Governatore della Simbolo dell'EuroBanca d’Italia e poi Ministro del Tesoro, bisognava darsi “un ordinamento conforme ai principi dell’economia di mercato, basata su buone leggi e resa efficiente da stabilità monetaria e disciplina della finanza pubblica”. Parole dettate dal buonsenso oltre che, ovviamente, da una solida cultura economica e istituzionale. Ma le cose, come ben sappiamo, dal 1992 ad oggi non hanno rispettato quei nobili propositi. Su quel Trattato, dal quale doveva nascere l’Unione Economica e Monetaria (UEM), con l’Euro al centro, fervono tuttora crescenti discussioni. C’è chi imputa all’UEM la ragione principale dell’attuale dissesto economico e sociale, in altri termini la causa dei mali che ci affliggono. C’è invece chi sottolinea la positività dell’intero sistema in una difesa forse troppo dogmatica per essere credibile. Si tratta di un dibattito per nulla ozioso. Come ancora meno ozioso sembra lo sforzo di comprendere il significato politico, economico e persino culturale relativo all’euro e alla sua credibilità. E in tale dibattito siamo coinvolti tutti essendo questa moneta non solo nelle nostre tasche ma anche in quelle dei cittadini e delle imprese di altri 18 Paesi europei, segnando il loro benessere o il loro malessere. Tentiamo pertanto di farne un’analisi per così dire in “tre atti”.

 

Continue Reading


Assemblea dei Soci – Lunedì 26 Gennaio

Si comunica che in data 26 Gennaio 2015, presso la sede dell’Accademia Europeista in Via Alvarez 8 si terrà l’Assemblea dei Soci per un resoconto delle attività svolte e dei risultati ottenuti nell’anno 2014. Successivamente verrà presentato e discusso il programma delle attività per l’anno 2015.

Durante l’occasione verrà presentato il nuovo sito Web, aggiornato e modernizzato secondo i nuovi standard del Web 2.0 che richiede siti più Aggiornati, più Raccontati e più Social.

Con l’occasione auguriamo a tutti i soci e gli amici dell’Accademia un prezioso 2015 assieme alla nostra Associazione.